Normative | 27 settembre 2020

Un nuovo segnale di eccellenza nel mondo della tecnologia antincendio, Comelit ottiene la certificazione UNI EN 54-13

Un nuovo segnale di eccellenza da parte di Comelit, che da oggi può sedere a pieno titolo al tavolo dei grandi player del mondo della tecnologia antincendio.

L’azienda bergamsca infatti, già leader nei settori della videocitofonia e della videosorveglianza, ha appena ottenuto la certificazione UNI EN 54-13 del 2019: la nuova norma che sancisce i requisiti per la compatibilità e connessione dei componenti di un sistema di rivelazione e di segnalazione d’incendio. “Si tratta di una norma che specifica i requisiti e certifica le performance di tutti i componenti che compongono un sistema, garantendone il livello prestazionale con eventuali sottosistemi, – le parole di Danilo Pedroncelli, Technical Product Manager and Market Research Fire Detection System di Comelit -. Per noi questo è un grande risultato perché aggiunge valore al nostro prodotto, garantendone l’altissimo livello di prestazioni”.

Un nuovo step che permette a Comelit di fare un ulteriore passo avanti nell’ambito della sicurezza antincendio, giocando ad armi pari con i top brand del settore: “Sono molto soddisfatto di questo traguardo che consolida ulteriormente il nostro marchio, aumentando la brand awareness e posizionando Comelit tra le case produttrici di riferimento nel settore Fire”conclude Pedroncelli.

Una certificazione che, in quanto europea, aiuterà lo sviluppo del gruppo bergamasco non solo in Italia ma anche all’estero: “Ad oggi questa è una norma non “armonizzata” – chiarisce Stefano Paoli, Global Export Security Manager di Comelit – che significa che non è ancora stata riconosciuta da tutti i Paesi europei. Nonostante ciò però, in molti Stati senza questa certificazione rischi di perdere delle opportunità di lavoro, come nel caso di Belgio e Olanda, per citarne due”

Non basta, “perché molti dei principali competitor si sono già mossi o si stanno muovendo in questa stessa direzione – continua Pedroncelli –: ecco perché per noi è così importante avere già la certezza di essere inclusi nell’Olimpo delle società che possono fregiarsi di questo titolo”.

La norma 54-13 specifica inoltre i requisiti per l’integrità di un sistema di rivelazione e segnalazione incendi quando è collegato ad altri sistemi. “Per fare un esempio, ci sono costruttori di centrali, produttori di soli sensori e c’è poi chi realizza sia le une che gli altri – chiarisce Stefano Paoli -. Noi facciamo entrambe le cose, quindi è ovvio che le due componenti parlino tra loro e siano compatibili. Ma che succede se ho due fornitori diversi per due elementi del mio sistema antincendio? Ecco perché è nata l’esigenza di avere una norma condivisa che regoli non tanto il singolo prodotto quanto l’intero sistema: da qui nasce la norma 54-13, che garantisce piena compatibilità tra la centrale e tutte le apparecchiature ad essa collegata. Il suo intento è quello di certificare all’installatore prima e all’utente finale poi che tutto funzioni al 100%”.

“E’ un riconoscimento che aggiunge un plus ai nostri prodotti, migliorando ulteriormente il nostro posizionamento in un settore come quello dell’antincendio in cui stiamo diventando sempre più un punto di riferimento, anche a livello internazionale – chiude Danilo Pedroncelli -, tanto che stiamo già lavorando alla nuova gamma Fire, che contiamo di presentare già il prossimo anno”.


Comelit Group S.p.A. - Via Don Arrigoni 5 - 24020 Rovetta S. Lorenzo BG Italy
tel. +39 0346 750 011 - fax +39 0346 71436 - email: [email protected] - [email protected]
P.IVA/C.F./Reg. Imprese BG 01546400167 - R.E.A. 216249 - Capitale Sociale € 3.000.000,00 Copyright ® 2020 COMELIT S.p.A. - All rights reserved - Credits - Privacy-policy - Disclaimer