Ericsson sceglie Comelit per l’impianto di evacuazione del proprio quartier generale di Roma

01 Ottobre 2022

Ericsson sceglie Comelit per l’impianto di evacuazione del proprio quartier generale di Roma

Guidare al corretto esodo verso le vie di fuga il personale e gli ospiti, per garantire l’uscita in modo ordinato e soprattutto sicuro in situazioni di emergenza. È questa la sfida raccolta da Comelit che ha contribuito alla progettazione ed alla realizzazione dell’impianto di evacuazione vocale del centro Ericsson di Roma.

La multinazionale svedese è uno dei principali fornitori di tecnologie della comunicazione: il suo legame con l’Italia ed in particolare con Roma inizia nel 1918, quando entra nel capitale di Fatme (Fabbrica Apparecchi Telefonici e Materiale Elettrico), un piccolo stabilimento in un sobborgo della capitale in cui si producevano materiali elettrici e telefonici.

Oggi, oltre all’headquarter romano di via Anagnina, Ericsson conta in Italia ben tre centri di Ricerca e Sviluppo a Genova, Pisa e Pagani, in provincia di Salerno, ha oltre 4 mila dipendenti e 5 mila collaboratori nell’indotto.

L’impianto di evacuazione vocale è stato realizzato nei mesi scorsi proprio nel centro direzionale della capitale, quasi una piccola cittadella per dimensioni e presenze di dipendenti e professionisti.

Si è trattato di un progetto articolato su due palazzine multipiano – spiegano Andrea Ricci, funzionario tecnico e commerciale, e Davide Carboni, technical area manager di Comelit  – Ha previsto il posizionamento di circa 400 diffusori sonori di tipologie diverse per assicurare la massima efficacia dell’impianto, la realizzazione di due centrali di comando connesse con la control room generale e quella di due postazioni esterne agli edifici da cui, in caso di emergenza, i Vigili del Fuoco o altre forze dell’ordine possono collegarsi all’impianto e impartire comandi vocali per eseguire correttamente la procedura di evacuazione della zona”.

Per ottenere questi risultati, sono stati utilizzati proiettori bidirezionali per l’esterno (49PRB105) con telai resistenti all’acqua e due altoparlanti, un prodotto particolarmente adatto ad essere posizionato in aree di passaggio, corridoi e spazi estesi; inoltre sono stati installati diffusori da parete e soffitto (49DPQ110), robusti e affidabili, e plafoniere da controsoffitto (49PLA106) caratterizzate da un design discreto ed elegante con calotta ignifuga. Le postazioni per gli interventi di emergenza sono collocate in armadi a muro con portella frontale trasparente, facilmente identificabili e raggiungibili.

L’impianto è stato realizzato all’interno di un più ampio intervento destinato al rinnovo del certificato protezione incendi – spiega l’ing. Nicola Vellecco, il consulente progettista e direttore lavori incaricato da EricssonComelit è entrata nel progetto “in corsa”, dimostrando grande flessibilità, disponibilità e capacità di problem solving. In un primo momento, infatti, era stato selezionato un altro fornitore, che ha però evidenziato difficoltà di approvvigionamento. Quando abbiamo individuato Comelit, l’impianto era già parzialmente definito e sapevamo che non sarebbe stato semplice completarlo. Ma la perfetta intesa tra i tecnici commerciali di Comelit e gli installatori ci ha consentito di realizzare un impianto con una progettazione di dettaglio perfettamente funzionale. La marcia in più di Comelit? La disponibilità e la capacità di lavorare in sinergia con i nostri tecnici e gli installatori su un obiettivo comune: l’efficienza dell’impianto”.

Abbiamo seguito il progetto durante tutto il suo svolgimento dal pre al post-vendita – confermano Ricci e Carboni – affiancando i tecnici dell’impresa e gli installatori, individuando i prodotti adeguati e capaci di adattarsi a cablaggi già posati. In alcuni casi abbiamo contribuito a definire soluzioni che hanno permesso di aumentare l’efficacia dell’impianto. Crediamo che sia il nostro compito, come dice il nostro slogan “With you. Always”: siamo da sempre a fianco dei nostri clienti e installatori. Orgogliosamente”.

Comelit: buona la prima!
Claudio di Cesare di Ben. Immobiliare: ci hanno colpito la competenza tecnica, la disponibilità e l’affidabilità

 Claudio Di Cesare, direttore tecnico della Ben.Immobilare S.r.l., azienda edile specializzata in ristrutturazioni e inserita nell’albo dei fornitori per i pubblici appalti, si dice soddisfatto della collaborazione con Comelit per la realizzazione dell’impianto di evacuazione vocale del quartiere generale del Gruppo Ericsson Telecomunicazioni a Roma.

L’azienda, nata del 2000, svolge le funzioni di general contractor e, nel caso dell’intervento sul centro direzionale della multinazionale di telecomunicazioni, si è occupata dell’installazione dell’impianto Evac attraverso i suoi collaboratori.

Si tratta della prima collaborazione con Comelit, ma siamo davvero soddisfatti. Ci hanno colpito la disponibilità dei tecnici Comelit, la loro competenza, anche in fase di progettazione, e la conoscenza delle normative tecniche. Determinante per noi anche la logistica. Uno dei valori aggiunti è stata la tempistica nella consegna del materiale: non c’è stato un solo giorno di ritardo e questo nell’economia dell’intervento generale è essenziale. L’impianto di evacuazione vocale è stato infatti realizzato all’interno di un intervento più ampio e la puntualità nella consegna del materiale ci ha permesso di rispettare i cronoprogrammi con il committente ed è indicatore di grande serietà – prosegue Di Cesare, che sottolinea – Se ci saranno altre opportunità saremo lieti di coinvolgere Comelit: è davvero un partner affidabile.