13 agosto 2020

L’innovativo sistema di mobilità urbana di Reggio Calabria

La videosorveglianza Comelit è stata protagonista di un innovativo progetto a Reggio Calabria, in abbinamento alla nuova gamma antincendio.
Si tratta del moderno sistema di mobilità urbana che collega il lungomare di Reggio Calabria con la parte alta della città: attualmente la distanza interessata è di circa 450 metri con una pendenza media dell’11%.
“Per il primo tratto delle rampe mobili, realizzate a partire dal 2010, Comelit ha fornito l’intero sistema di videosorveglianza con telecamere fisse e telecamere ptz, destinate al monitoraggio continuo delle tratte – afferma Stefano De Vito, Technical Area Manager di Comelit Group SpA – L’impianto TVCC è stato realizzato con telecamere a tecnologia IP ad altissima risoluzione (3 Megapixel) con funzione Smartfocus per la messa a fuoco automatica e una visualizzazione di elevata qualità. Questo sistema può essere facilmente integrato a livello software con il sistema di videosorveglianza analogico già installato, in modo da poter sfruttare l’hardware già presente nella sala di controllo”.
Il sistema di rampe mobili è in fase di ampliamento per arrivare a servire le parti più alte della città. “Comelit si è appena aggiudicata l’appalto per la fornitura dei prodotti anche in questa ulteriore fase – racconta De Vito – Oltre al completamento del sistema di videosorveglianza, Comelit fornirà anche il sistema antincendio, lanciato sul mercato poco più di un anno fa”.
Il nuovo sistema di rivelazione e segnalazione incendio di Comelit offre una serie completa di soluzioni per coprire ogni richiesta nel campo dell’antincendio, grazie a centrali, dispositivi di rivelazione automatica di fumo e calore puntiformi e lineari, dispositivi di allarme manuali, segnali di allarme acustico e luminoso e complementi di impianto.
“Per questo intervento, è stata scelta la centrale indirizzata Atena, grazie alla sua indiscutibile precisione nell’identificazione del punto che ha generato l’allarme, anche in contesi estesi e in presenza di molti rivelatori. Ciò permette di intervenire in modo tempestivo su tratti particolarmente trafficati, come sono le rampe mobili nel periodo estivo – spiega De Vito – Inoltre, il fatto che le linee di rivelazione siano chiuse (loop) offre significativi vantaggi in termini non solo di manutenzione ma anche di sicurezza. Da un lato, ciascun loop dialoga autonomamente con la centrale mediante protocollo digitale, inviando informazioni utili per la corretta gestione dell’impianto; dall’altro, questa autonomia permette all’impianto di continuare a funzionare anche in presenza di un singolo guasto. Tra gli accessori a corredo per il progetto di rampe mobili, sono stati forniti anche 14 rivelatori multicriterio, 8 pulsanti di allarme manuale, 11 indicatori led fuori porta e 2 sirene, sempre a marchio Comelit”.


Comelit Group S.p.A. - Via Don Arrigoni 5 - 24020 Rovetta S. Lorenzo BG Italy
tel. +39 0346 750 011 - fax +39 0346 71436 - email: [email protected] - [email protected]
P.IVA/C.F./Reg. Imprese BG 01546400167 - R.E.A. 216249 - Capitale Sociale € 3.000.000,00 Copyright ® 2020 COMELIT S.p.A. - All rights reserved - Credits - Privacy-policy - Disclaimer