Corporate | 11 agosto 2020

Edifici sicuri e a regola d’arte con l’ufficio Progetti e Capitolati di Comelit

Muoversi come equilibristi tra le normative vigenti e le esigenze di progetto, per trasformare un’idea in realtà.

È questa la forza dell’ufficio progetti e capitolati di Comelit, guidato da Lorenzo Nardacci e composto da Omar Fantini e Michael Benzoni, oltre ai due Fire specialist Andrea Astori e Alessandro Cattaneo: il primo segue prevalentemente gli impianti e gli elettricisti, mentre il secondo si occupa delle normative e del loro continuo aggiornamento, oltre alla formazione per installatori e progettisti. Una squadra che lavora unita per un solo obiettivo: aiutare i tanti professionisti (architetti, progettisti, periti o ingegneri) a trovare le soluzioni migliori per realizzare il proprio progetto.

Leggi, informazioni, disegni: il nostro lavoro è quello di fornire un servizio a 360 gradi per aiutare i progettisti a creare edifici sicuri e a regola d’arte – spiega Omar Fantini, componente dell’ufficio insieme a Michael Benzoni -. Prendiamo per esempio il caso di una Rsa realizzata a Brescia, per la quale il nostro ufficio ha realizzato la progettazione di un impianto di rivelazione automatica di incendi (IRAI) e di un impianto di allarme vocale per l’evacuazione (EVAC). Il nostro lavoro comincia analizzando i disegni nel dettaglio, poi controlliamo di avere tutte le informazioni necessarie e dopo aver sentito il nostro agente per un primo scambio di idee, contattatiamo il professionista per chiarire eventuali elementi mancanti”.

A questo punto l’ufficio progetti può iniziare a valutare quale tipo di impianto sia più adeguato a quello specifico edificio. “Non ci basiamo solo sugli obblighi di legge – chiarisce Fantini – ma cerchiamo sempre di andare oltre, usando anche il buon senso, per dare una risposta al progettista che sia cucita a misura del suo progetto. Nel caso della Rsa bresciana, per esempio, non ci siamo soffermati solo sulle norme antincendio per il posizionamento dei rilevatori, ma abbiamo anche fatto presente che, nelle camere degli ospiti, non è consigliabile inserire gli altoparlanti del sistema di allarme, per evitare di spaventare gli ospiti con patologie come l’Alzheimer. Un indizio importante per aiutare un professionista a realizzare una struttura che sia veramente a misura di anziano”.

Poi si passa alla pratica: “Una volta che il progetto era ben chiaro in mente – ancora Fantini – abbiamo potuto procedere al posizionamento in pianta delle apparecchiature, producendo tavole di disegno separate per i due impianti, di rilevazione incendi e di allarme vocale”. Un lavoro attento e certosino, che può portare anche alla miglioria del progetto iniziale. “Durante la stesura, in effetti, – ricorda Fantini – abbiamo evidenziato alcune problematiche nelle cucine, così dopo la nostra analisi abbiamo convenuto col progettista che fosse necessario inserire anche un altro sensore per la rivelazione del gas metano”.

A questo punto i disegni vengono rispediti al professionista di turno, che li valuta ed eventualmente si confronta nuovamente con l’ufficio progetti per i chiarimenti del caso, finché non ha tutti gli elementi per poter procedere. “Ovviamente insieme ai disegni stendiamo anche la lista materiali, identificando i prodotti Comelit più adatti a quel progetto. Così il professionista, con le nostre offerte, disegni, schede tecniche e materiali, può chiudere la progettazione, trasformando la nostra offerta in un computo metrico e in un elenco prezzi unitari con i quali (unitamente a tutta la documentazione di progetto) la committenza potrà procedere alla gara di appalto”.

Un lavoro complesso e di grande responsabilità, che richiede un ventaglio di conoscenze molto ampio: “Dobbiamo essere informati su tutto – ammette Fantini -. Questo significa conoscere alla perfezione ogni branca dell’azienda, avere un quadro molto preciso delle normative vigenti settore per settore, dalla domotica alla videosorveglianza. Un lavoro impossibile, se non fosse per la collaborazione dei nostri colleghi che conoscono più approfonditamente i vari prodotti”.

Il nostro obiettivo è quello di diventare sempre più un punto di riferimento per il settore – chiude Fantini -, fornendo assistenza e un sostegno pratico a tutti i professionisti, perché questa è la missione di Comelit: condividere il know-how e l’esperienza maturati in quasi settant’anni di attività per aiutare il nostro comparto a crescere e progredire”.

Vuoi metterti in contatto con il nostro ufficio? Clicca qui!


Comelit Group S.p.A. - Via Don Arrigoni 5 - 24020 Rovetta S. Lorenzo BG Italy
tel. +39 0346 750 011 - fax +39 0346 71436 - email: [email protected] - [email protected]
P.IVA/C.F./Reg. Imprese BG 01546400167 - R.E.A. 216249 - Capitale Sociale € 3.000.000,00 Copyright ® 2020 COMELIT S.p.A. - All rights reserved - Credits - Privacy-policy - Disclaimer