Corporate | 11 agosto 2020

Ripartire in tutta sicurezza è possibile con le telecamere termiche di Comelit

L’azienda bergamasca leader nelle tecnologie di videosorveglianza presenta una nuova gamma di prodotti in grado di misurare la temperatura corporea e riconoscere la presenza di mascherina, per gestire in sicurezza i flussi di persone in azienda o nei luoghi pubblici.

Misurare in presa diretta la temperatura corporea di visitatori o dipendenti; verificare in tempo reale che tutti indossino la mascherina ed evitare code o assembramenti agli ingressi e alle uscite per, in definitiva, rendere qualsiasi ambiente più sicuro. Per tutti.
Si tratta solo di alcune delle caratteristiche delle nuove telecamere studiate da Comelit per garantire ad aziende e privati una ripartenza rapida, ma in totale sicurezza, in tempo di Covid-19.

L’esigenza di riaprire i battenti è stata ampiamente dibattuta in queste settimane da parte delle maggiori aziende, come dalle principali associazioni di categoria, ma a preoccupare è sempre la difficoltà dei datori di lavoro nel garantire il rispetto delle basilari norme di sicurezza: come il distanziamento, l’uso di protezioni per mani e volto, oppure l’obbligo di restare a casa, per coloro che accusano febbre o altri sintomi legati al Coronavirus.
Come tutelare se stessi, e gli altri, in un contesto così complesso? La soluzione di Comelit si basa sulla precisione e l’affidabilità della tecnologia e ha il grande pregio di adattarsi alla perfezione a qualsiasi esigenza: metropolitane, stadi, ingressi/uscite di aziende o centri commerciali, accesso a negozi, farmacie ed ospedali, ma anche aeroporti e porti.
“L’epidemia di Covid-19 ha reso necessari diversi provvedimenti a tutela della salute sia in ambito lavorativo che pubblico – le parole di Giovanni Di Cairano, Product Manager TVCC di Comelit -. Ancora una volta la tecnologia ci viene in soccorso: abbiamo realizzato una gamma di prodotti in grado di misurare la temperatura delle persone inquadrate, in modo rapido e a distanza di sicurezza, evitando così inutili e pericolosi assembramenti ai varchi di accesso e uscita di qualsiasi attività”.

La nuova gamma di prodotti per la misurazione della temperatura corporea sviluppata da Comelit trova spazio in molteplici applicazioni, anche con differenti afflussi di gente.
Una soluzione facile e comoda da usare soprattutto per bassi flussi di affluenza è il nuovo pannello con schermo LCD da 8”, fornito di un sensore infrarossi termopila. Il pannello, che opera un controllo “one to one”, misura la temperatura dal polso (più accurata ed efficace rispetto alla fronte perché meno soggetto a interferenze esterne come sudore, trucco, capelli o accumuli di calore) e riconosce immediatamente se la persona inquadrata indossa la mascherina. Questo device è dotato anche di DVA (Deep Video Analysis), che permette di effettuare il riconoscimento facciale confrontando il volto con un database interno di 20mila persone. Una tecnologia “intelligente”, visto che la Binocular lens è perfino in grado di riconoscere, se di fronte alla camera, c’è una persona reale oppure una foto.

Se il pannello permette di controllare una sola persona a turno, le nuove telecamere radiometriche bispectrum di Comelit possono invece identificare volti e misurare la temperatura corporea anche di 30 persone alla volta: particolari che le rendono uno strumento di notevole efficacia nel controllo di grandi varchi, come gli accessi di un centro commerciale, di un cinema o di un aeroporto.
Sia le telecamere che il pannello sono dotati di Smart IR oltre a led luminosi, altoparlanti e microfono, rendendo così possibile la comunicazione in entrambe le direzioni.
Tramite la connessione alla rete, inoltre, è possibile impostare l’invio di segnalazioni e allarmi via email, mentre grazie alla Comelit Advance App si potrà visualizzare il video live anche da remoto e ricevere notifiche push direttamente sul proprio smartphone o tablet.

“Il pannello e le telecamere possono funzionare sia in modalità “stand alone” che interfacciandosi alla piattaforma software Comelit Advance VMS – continua Di Cairano – In questo caso, oltre ai consueti riconoscimenti facciali e alla misurazione della temperatura, si possono anche ricevere statistiche in tempo reale, per esempio sul numero di ingressi, oppure si possono impostare delle soglie di ingresso/uscita per non superare mai la capienza massima del luogo in cui questi device vengono installati, per esempio un supermercato. Spesso infatti questi grandi centri hanno più di un accesso da controllare e ad oggi possono accogliere un numero massimo di persone per volta. Ecco perché è fondamentale sapere sempre quanti clienti siano presenti, minuto per minuto, regolando i nuovi ingressi in base al numero di uscite. Un lavoro quasi impossibile, a meno che non si disponga di una tecnologia come la nostra, che fornisce dati in tempo reale rendendo tutto più semplice”.

Tutto questo senza dimenticare la consueta qualità Comelit, che aggiunge a questa tecnologia innovativa immagini ad alta definizione (da 2 a 5 mega pixel), con l’ausilio del sistema DVA (Deep Video Analysis) per il riconoscimento facciale e della tecnologia true WDR, che va a compensare le immagini in controluce per una resa sempre chiara e definita.

Ma il controllo costante delle temperature alza il sipario su una questione sempre spinosa come la privacy: “Il problema in effetti esiste, anche se il garante si è già espresso dicendo che in condizioni straordinarie occorrono misure straordinarie per mantenere la sicurezza di tutti i cittadini – chiarisce Lorenzo Nardacci, responsabile tecnico e commerciale dei prodotti Comelit -. Noi però non ci accontentiamo: per questo abbiamo deciso di organizzare corsi e webinar aperti a tutti, non soltanto ai nostri clienti, per formarli non solo sulle caratteristiche tecniche dei nostri prodotti ma anche sul lato normativo: ci siamo documentati e abbiamo approfondito nel dettaglio questa tematica insieme ai nostri legali, perché per Comelit non contano solo i numeri. Il nostro impegno è volto soprattutto a fare “cultura impiantistica”, che aiuti l’intero settore a crescere. Perché ogni azienda è fatta soprattutto di persone – continua Nardacci – e per noi è importante far capire che in questa azienda ci sono persone competenti a 360 gradi. Chi sceglie Comelit può sentirsi al sicuro, non solo per la nostra tecnologia ma anche per tutto ciò che le sta intorno: è questa la nostra filosofia”.

E a proposito di filosofia Comelit, un altro dei suoi capisaldi è l’attenzione agli installatori, con prodotti che si distinguono per la rapidità e facilità di montaggio, sia a soffitto che a parete, insieme a un’assistenza sempre disponibile, sia per effettuare sopralluoghi e valutare il posizionamento migliore dei device, che per la loro configurazione.

“Nutriamo grandi aspettative su queste telecamere – chiarisce Nardacci – perché stiamo parlando di una gamma di prodotti al top sia per tecnologia che per affidabilità: stando alle misure di prevenzione applicate dal governo, tutte le aziende e probabilmente anche le attività commerciali dovranno dotarsi di strumenti in grado di misurare la temperatura ai varchi di accesso, verificando che siano rispettate anche le altre norme come il distanziamento e la presenza di mascherine. Noi possiamo offrire una tecnologia in grado di fare tutto questo, con margini di errore prossimi allo zero e in tutta sicurezza, senza ricorrere all’impiego di nuovo personale e quindi riducendo notevolmente i rischi per la salute pubblica”.


Comelit Group S.p.A. - Via Don Arrigoni 5 - 24020 Rovetta S. Lorenzo BG Italy
tel. +39 0346 750 011 - fax +39 0346 71436 - email: [email protected] - [email protected]
P.IVA/C.F./Reg. Imprese BG 01546400167 - R.E.A. 216249 - Capitale Sociale € 3.000.000,00 Copyright ® 2020 COMELIT S.p.A. - All rights reserved - Credits - Privacy-policy - Disclaimer